LA VALUTAZIONE NELLA SCUOLA PRIMARIA: una breve guida

Cari genitori,

abbiamo deciso di raccontarvi come funziona la valutazione nella scuola primaria attraverso video ed immagini.

Il nostro obiettivo infatti è aiutarvi a leggere il più chiaramente possibile le valutazioni che appariranno sia sul registro elettronico sia nei documenti di valutazione.

  1. La valutazione descrittiva: quando le parole raccontano un percorso. 

Cos’è cambiato con la nuova valutazione? Come mai ogni disciplina presenta diversi obiettivi? Qual è il loro senso?

     2. Cosa vuol dire DC – PR – SR – RA? Mettiamo un pò di chiarezza

Come valutano i docenti a scuola? Cosa vogliono dire tutte quelle sigle? E le osservazioni?

Il significato delle SIGLE: DC – PR – SR – RA.

 

Di seguito viene riportato il documento relativo ai criteri e alle modalità di valutazione, deliberato in collegio docenti.

All’interno del documento potrete trovare inoltre gli obiettivi selezionati dai vari team, su cui gli insegnanti lavoreranno lungo l’intero arco del primo quadrimestre.

Obiettivi-criteri-e-modalita  delibera n° 15 del collegio dei docenti del 26/10/2023, aggiornata il 15/03 con obiettivi del II quadrimestre.

Criteri di valutazione del comportamento

Si ricorda che,

  • come da OM 172 del 4/12/2020, art. 3, comma 8:

“La descrizione del processo e del livello globale di sviluppo degli apprendimenti, la valutazione del comportamento e dell’insegnamento della religione cattolica o dell’attività alternativa restano disciplinati dall’articolo 2, commi 3, 5 e 7 del Decreto valutazione.”

 

  • ED. CIVICA:

La legge 92 del 20 agosto 2019 ha introdotto dall’anno scolastico 2020-2021 l’insegnamento trasversale dell’educazione civica nel primo e secondo ciclo d’istruzione. Le Linee guida per l’insegnamento dell’educazione civica sono state pubblicate con il D.M. n. 35 del 22.06.2020.

La trasversalità di questo nuovo insegnamento risponde alla necessità di perseguire una pluralità di obiettivi di apprendimento e di competenze non riconducibili ad una singola disciplina.

Nelle scuole del primo ciclo l’insegnamento trasversale dell’Educazione Civica è affidato, in contitolarità, ai docenti della classe. Tra essi è individuato un coordinatore.

In sede di scrutinio la proposta di valutazione è formulata dai docenti del team o del Consiglio di Classe cui è affidato l’insegnamento dell’Educazione Civica. Tali elementi conoscitivi sono raccolti dall’intero team e dal Consiglio di Classe nella realizzazione di percorsi interdisciplinari. I docenti della classe e il Consiglio di Classe possono avvalersi di strumenti condivisi, quali rubriche e griglie di osservazione, che possono essere applicati ai percorsi interdisciplinari.